“e quella faccia di là da lui più che l’altre trapunta
ebbe la Santa Chiesa in le sue braccia
dal Torso fu, e purga per digiuno
l’anguille di Bolsena e la vernaccia”

Storia

Volsinii (in latino) è stata una antica città etrusca (Velzna in etrusco, ?????????? in greco) e poi romana.

Corridoio con copertura a volta, accesso alle domus.
Centro politico e religioso di primaria importanza, le fonti antiche testimoniano la sua distruzione nel 264 a.C. ad opera dei Romani, in seguito alla quale venne rifondato il centro romano di Volsinii (detto anche modernamente Volsinii novi), l’attuale Bolsena. L’identificazione dell’antico centro etrusco (modernamente indicato come Volsinii veteres) è invece discussa: secondo l’ipotesi più accreditata si tratterebbe dell’antica Orvieto mentre secondo altri dovrebbe essere identificata sempre con la Volsinii romana e dunque l’attuale Bolsena. Esiste inoltre un’identificazione del sito presso Montefiascone. Il toponimo Velzna è anche probabilmente alla base del nome etrusco di Felsina, l’odierna Bologna.

da Wikipedia

Geografia

La città di Bolsena è posizionata sulla sponda settentrionale del Lago di Bolsena, formatosi oltre 300.000 anni fa in seguito al collasso calderico di alcuni vulcani appartenenti alla catena dei monti Volsini. Il suo territorio è tutto compreso tra le sponde del lago, e le alture che costituivano l’orlo dell’antico cono vulcanico.

Il clima

Bolsena, che dà il nome al lago sul quale affaccia, è posizionata sul versante nord dell’omonimo lago ed ha un clima in genere mite grazie soprattutto alla vicinanza del lago e quindi inverni non troppo freddi. Rare le nevicate che sono invece più frequenti nei monti che le stanno appena dietro alle spalle (Monti Volsini) che sfiorano i 700 m s.l.m.

da Wikipedia

La storia della città etrusca

Archeologia

Fece parte della lega delle dodici città etrusche (dodecapoli), che aveva sede nel santuario federale del Fanum Voltumnae, dedicato al dio Voltumna, corrispondente al Vertumno romano derivato da quello etrusco. La localizzazione di questo santuario non è ancora stata precisamente identificata.

La città fu a lungo in lotta con Roma nel corso del IV e della prima metà del III secolo a.C., come ci racconta lo storico romano Tito Livio:

  • nel 392 a.C. (Livio, V, 31-32) venne respinta un’incursione dei Volsiniesi nel territorio romano;
  • nel 308 a.C. (Livio, IX, 41) il console Publio Decio Mure conquistò dei centri fortificati nel suo territorio;
  • nel 294 a.C. (Livio, X, 37) il console Lucio Postumio Megello sconfisse in una battaglia presso la stessa città i Volsiniesi, alleati con le città etrusche di Perusia e Arretium, costringendo gli Etruschi al pagamento di un ingente tributo e ad accettare una pace di quarant’anni;
  • nel 280 a.C. (Livio, epitome, XI) la città, alleata con Vulci, fu nuovamente sconfitta e soggiogata, come riportano i Fasti capitolini.

da Wikipedia